BENVENUTA ILARIA
La nuotatrice azzurra Ilaria Cusinato si sta allenando alla Padova Nuoto seguita dal tecnico Moreno Daga. Per la 20enne padovana specialista dei 200 e 400 misti, due volte argento agli Europei 2018, è un “ritorno a casa” dopo quattro anni a Ostia, in una stagione importante che culminerà alle Olimpiadi di Tokio 2020.
 
Padova, 20 novembre 2019.
La Padova Nuoto è orgogliosa di accogliere nella sua famiglia Ilaria Cusinato, elemento di spicco del nuoto italiano e medaglia d’argento nei 200 e nei 400 metri misti agli ultimi Europei di Glasgow 2018.
La giovane campionessa di San Martino di Lupari, tesserata del Team Veneto, che in luglio ha vinto un bronzo nei 400 misti alle Universiadi di Napoli, ha deciso recentemente di riavvicinarsi a casa e di iniziare una collaborazione con il nostro tecnico Moreno Daga, allenandosi regolarmente nei nostri impianti di Padova.
La scelta di farsi preparare da coach Daga, tecnico del Team Veneto e allenatore della prima squadra della Padova Nuoto dal 1991, che vanta una lunga esperienza di preparatore di campioni e olimpionici come Matteo Furlan, Francesco Bettella, Alice Carpanese, Renata Spagnolo, Alessandro Defendi, Mirko Gemo, Elisa Pasini, è maturata da parte della nuotatrice azzurra dopo un periodo di transizione di alcuni mesi, trascorsi a Jesolo sotto la guida di Shane Tusup, e quattro anni di crescita costante al centro federale di Ostia con il tecnico Stefano Morini.
Ilaria Cusinato punta ad arrivare alle prossime Olimpiadi di Tokyo 2020 nelle condizioni ideali per raggiungere traguardi prestigiosi, obiettivo che come società le auguriamo di inseguire con determinazione, tenacia e la tranquillità necessaria ad allenarsi in maniera sempre positiva.
Oltre ad un caloroso benvenuto, la Padova Nuoto, a partire dalla sua presidente Daniela Bardelle, le augura di potersi dedicare con profitto anche agli studi universitari in Mediazione linguistica e di poter vivere questa stagione impegnativa ed importante sostenuta dall’affetto e dalla vicinanza dei familiari e di tanti amici che negli ultimi anni ha potuto vedere raramente.