A suon di bracciate, per la ricerca: terza edizione per il trofeo “Salus Pueri”
Rivolto alle categorie di nuotatori master, organizzato dalla Società Nuotatori Padovani e dalla Padova Nuoto, le due più antiche istituzioni natatorie cittadine: raccolti nella scorsa edizione 2.000 euro, devoluti alla Fondazione Salus Pueri“

Si punta al record di iscrizioni, anche confidando nell’apertura della stagione estiva che dovrebbe richiamare moti atleti che finora hanno preferito non gareggiare all’aperto: è la terza edizione del trofeo Salus Pueri, rivolto alle categorie di nuotatori master, organizzato dalla Società Nuotatori Padovani e dalla Padova Nuoto, le due più antiche istituzioni natatorie cittadine.

Il trofeo

Quest’anno è in calendario sabato 8 giugno e durerà per l’intera giornata, dalle ore 9 alle 18, nella piscina olimpica esterna dell’impianto della Paltana. È il quarto evento che le due società di nuoto organizzano congiuntamente, il terzo che ha come obiettivo la raccolta di fondi per sostenere la fondazione Salus Pueri per la Terapia Intensiva-Patologia Neonatale di Padova. L’intero ricavato della manifestazione costituito da iscrizioni ed eventuali ulteriori donazioni, sarà destinato ai progetti di ricerca che i medici del reparto stanno sviluppando sulle cellule staminali e i marcatori precoci di malattie, per la funzionalità polmonare dei bambini nati pretermine. Il professor Eugenio Baraldi, direttore patologia neonatale e vicepresidente della Fondazione Salus Pueri, spiega: «I bambini nati con i polmoni non completamente sviluppati a causa della loro precocità ne possono risentire in modo più o meno grave: sono circa 35-40 all’anno i neonati che rientrano in questa casistica. I più gravi stabilizzano la loro condizione ma restano con una funzionalità respiratoria ridotta per tutta la vita. Come gruppo di ricerca, abbiamo già concluso degli studi clinici che ci hanno portato a sviluppare cellule staminali in grado di accelerare la maturazione del polmone: ora siamo in attesa da parte del Ministero dell’autorizzazione a procedere».

2.000 euro per la ricerca

L’edizione 2018 del Trofeo ha permesso di raccogliere 2.000 euro che i rappresentanti delle due società sportive hanno consegnato al professor Baraldi in occasione della presentazione del terzo trofeo – tenutasi lunedì 3 giugno a Palazzo Moroni – e che la fondazione destinerà a sostegno di questi progetti di ricerca.

“Maratona di rianimazione”

L’edizione 2019 si arricchisce inoltre di un’altra iniziativa di sensibilizzazione civica, ovvero la “maratona di rianimazione”: per tutta la durata della manifestazione di nuoto sarà praticato il massaggio cardiaco a un manichino messo a disposizione dalla sezione Salvamento della Fin di Padova e dall’associazione Padova fa battere il cuore. La manifestazione di nuoto rientra nel circuito Supermaster Fin e al suo interno prevede anche le premiazioni del Grand Prix Veneto di master: saranno pertanto presenti gli atleti e le squadre più forti della nostra regione più altre provenienti dal territorio nazionale per una giornata di agonismo puro.

L’evento è possibile grazie alla collaborazione di numerose persone, tutte volontarie, che si sono impegnate affinché il torneo si possa svolgere. All’interno dell’impianto sarà presente per tutto il giorno un punto informativo della fondazione Salus Pueri, per chiunque volesse maggiori informazioni sulle attività. La Padova Nuoto sarà aperta al pubblico che non partecipa alle gare, con un biglietto speciale di 6 euro compreso un lettino (tariffa unica giornaliera) che dà accesso a giardino con piscina piccola, solarium e piscine coperte Coni.

 

https://www.padovaoggi.it/sport/nuoto-trofeo-master-salus-pueri-padova-03-maggio-2019.html